Giovanna Spanu - Piccola ComunitÓ Apostolica

Iniziative


Messa in ricordo di Giovanna


Articolo di Vita Nuova 12 dicembre 2008
A cinque anni dalla morte della fondatrice della Piccola Comunità Apostolica

Dolce, determinata, semplice: Giovanna

Messa e testimonianze per ricordare la vita della Spanu


In occasione del suo compleanno, e a cinque anni dalla morte, martedì sera, nella chiesa dello Spirito Santo, è stata celebrata l'Eucaristia in memoria di Giovanna Spanu, fondatrice e prima responsabile della Piccola comunità apostolica, associazione privata di fedeli approvata dal vescovo di Parma nel 2005. Al termine della Messa, davanti ad un'assemblea numerosa e partecipe, sono state comunicate alcune testimonianze di diverse persone, giovani del gruppo che lei seguiva e ora sposi e genitori, ex colleghi fisioterapisti dello Stuard, membri della comunità, fino alla dottoressa che l'ha seguita negli anni della malattia: persone che, in modi e in tempi diversi, hanno conosciuto e condiviso un pezzo di strada con Giovanna. E che non sono rimasti indifferenti al suo passaggio, talvolta breve, altre volte più duraturo, ma sempre significativo e fecondo.

All'inizio sono state presentate le tappe della sua vocazione: dal fidanzamento alla scoperta della sua missione e del suo ruolo di donna accanto ai pastori, ai presbiteri, sull'esempio di Maria di Nazareth, fino al tempo della malattia, vissuta nell'amore e nell'abbandono alla volontà di Dio Padre.
Di Giovanna sono stati ripercorsi i tratti della sua fede, paragonata al granello di senape del vangelo, piccolo ma forte e perciò capace di spostare le montagne; i tratti della sua umanità: dolce e tenera, ma determinata e intransigente nelle cose che riguardavano Gesù, quasi insistente nel farlo conoscere, e nello stesso tempo accogliente: sapeva rendere ogni persona speciale e unica; sempre attenta a farsi presente nella vita degli altri, a cui augurava con un sorriso, che è rimasto impresso in tutti coloro che l'hanno avvicinata, un "buon tutto" e a cui non faceva mancare il suo grazie.

Giovanna, nella sua semplicità straordinaria, ha testimoniato la bellezza e l'attrattiva di una esistenza che si lascia toccare e trasformare dall'Amore di Dio ed è diventata perciò un sì, a Dio, al prossimo, alla vita. Come lei e, insieme a lei, tanti fratelli e sorelle, magari anonimi e sconosciuti ai più, forse rimasti scolpiti solo nella memoria e nell'affetto di coloro che hanno avuto la gioia di conoscerli, ma che a mo' di lievito hanno fermentato e continuano a fermentare la nostra terra, le nostre comunità, con lievito nuovo, di sapore gustoso. E che ci parlano di una santità possibile, perché non legata ad opere eroiche o a meriti particolari, ma frutto di un Amore che ci precede, ci abita e trasforma anche le nostre fragilità, impreziosendo il nostro quotidiano.
Maria Cecilia Scaffardi



Celebrazioni Veglia di preghiera - 9 dicembre 2018 Veglia di preghiera - 10 dicembre 2017 Veglia di preghiera - 9 dicembre 2016 Testimonianze di gratitudine - 8 dicembre 2015 La missione di Giovanna - 7 dicembre 2013 A Ges¨ per Maria, con Giovanna - 9 dicembre 2012 Video della serata del 9 dicembre 2011 Invito per tutti i giovani: "Avevo 16 anni quando..." 9 Dicembre 2010 - In ricordo di Giovanna 23 luglio 2010 Messa per Giovanna Spanu 9 Dicembre 2009 Messa in ricordo di Giovanna 23 Luglio 2009 Messa per Giovanna Messa in ricordo di Giovanna L'ultimo saluto sulla terra
Decennale (2003-2013)
Musical
Pubblicazioni
Rassegna Stampa
Varie